I
N
T
R
O
D
U
C
T
I
O
N
Ulla Wobst è un'artista la cui facoltà di espressione è plasmata da radici letterarie e intellettuali. La sua espressività scaturisce inoltre dalle profondità del proprio mondo emotivo e immaginativo…
Benchè i dipinti emanino spesso qualcosa di misterioso e irreale, è importante non dimenticare che in essi non si vuole rappresentare un mondo onirico quanto la verità interiore dell'artista...

Al centro dei dipinti di Ulla Wobst sono l'uomo e i suoi motivi primari, temi che l'artista rappresenta in coppie di contrasti: Vita e Morte, Amore e Morte, Gioia e Tristezza, Prigionia e Libertà, Stranezza e Normalità…
Il tema `Vita e Morte' appare in modo più evidente nell'immagine "Ende der Wüstenzeit", in cui l'ovulo fecondato - simbolo in sè di vita ­ trionfa sul paesaggio sterile del deserto simbolico della fine della vita.
L'interazione di `Amore e Morte' ricorre in "Wespengespräch" o in "Mitwisserin"; il contrasto di "Gioia e Tristezza" ne "Venezianischer Walzer" e "Besuch bei Undine". Le immagini "Grenzgänger" o "Wunsch" possono servire come esempi del tema di "Prigionia e Libertà"...

La ricorrenza tematica del mistero, del sogno e del subconscio trova corrispondenze stilistiche nel surrealismo, particolarmente in Dalì ("Ende der Wüstenzeit") e Magritte ("Jagdruf" e "Mitwisserin") ma anche nella Pittura Metafisica.
L'influenza di De Chirico è evidente soprattutto nella serie dell'artista "In einer schönen Stadt", ove troviamo i vuoti, puliti e solitari riquadri in prospettiva, le persone come statue, le ombre misteriosamente caustiche, persino il motivo dell'orologio-volto. Ma laddove le stanze da incubo di De Chirico parlano di un inumano "nulla" senza fine, nei dipinti di Ulla Wobst l'Uomo resta presente con tutte le sue emozioni: ci guarda, con gli occhi dell'Imperatrice Teodora o con quelli del frammento di una statua antica...

L'affinità con la rappresentazione teatrale è un altro chiaro aspetto dell'espressività dell'artista. Osservando alcuni dei suoi dipinti, è quasi naturale associarli involontariamente con quinte di un palco, costumi, declamazioni...
La sua passione per il teatro si percepisce in molte opere, quali "Wespengespräch", "Mitwisserin" o "Kurze Begegnung" e "Dernier Cri", nei quali il pathos del gesto gioca un ruolo centrale. Guardando "Bitterer Buchsbaum", sembra di vedere la prospettiva di un palcoscenico ove le figure sembrano catturate nella recita....
I temi scelti dall'artista si devono spesso alle sue radici letterarie ed alla sua speciale passione per favole e miti ("Besuch bei Undine", "Sturz des Zauberers" "Stunde des Pan", "Ariadnefaden"...).
Ulla Wobst è anche appassionata di protagonisti della letteratura classica del 20mo Secolo. Samuel Beckett o Ingeborg Bachmann hanno influenzato la sua opera ispirando allo stesso tempo la realizzazione di ritratti notevoli. Le poesie "Nebelland" di Ingeborg Bachmann e "Ein alter Tibetteppich" di Else Lasker-Schüler hanno ispirato le trasformazioni creative di "Flatterhaft" e "Teppichtibet"…

Accanto agli stimoli letterari, gli effetti di esperienze personali sono altrettanto visibili nell'opera di Ulla Wobst. Il viaggio a Ravenna nel 2007 le ha fornito l'ispirazione per la serie "In einer schönen Stadt", ove elementi tematici e colori ricchi di gioielli e calde tonalità dorate rappresentano l'intensa impressione che i mosaici di questa città hanno prodotto nell'artista... Ulla Wobst ha creato ­ al di là dei modelli stilistici adottati ­ una forma espressiva autentica e individuale per rappresentare le proprie intenzioni artistiche nonchè ­ nel suo caso, essenzialmente ­ le profondità del proprio mondo emotivo ed immaginativo.


Susanne Dauer M.A.
(Storica dell' arte)

Traduizione: Marina Terraciano